News

6 Ottobre 2020

MiBACT, pubblicato il bando per la candidatura italiana al Premio Paesaggio del Consiglio d’Europa

La Direzione generale Archeologia, belle arti e paesaggio – e segnatamente il Servizio V, “Tutela del Paesaggio” –, si occupa dell’attuazione della Convenzione Europea del Paesaggio in particolare per ciò che riguarda l’art.11 della Convenzione il quale fa esplicito riferito al Premio del paesaggio del Consiglio d’Europa.

La finalità del Premio è quella di individuare soggetti singoli o associati che, nell’ambito della gestione e valorizzazione del paesaggio nello Stato firmatario della Convenzione “hanno attuato una politica o preso dei provvedimenti volti alla salvaguardia, alla gestione e/o alla pianificazione sostenibile dei loro paesaggi che dimostrino una efficacia durevole e possano in tal modo servire da modello per le altre collettività territoriali europee”.

Per questa ragione la Direzione Generale pubblica con cadenza biennale un Bando finalizzato all’individuazione del progetto candidato a rappresentare l’Italia al Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa, attraverso una procedura concorsuale. La gestione della procedura e dell’iniziativa nel suo insieme  – così come curata dal Servizio V, “Tutela del Paesaggio” – costituisce occasione per la divulgazione dei valori del paesaggio nonché per la diffusione delle buone pratiche attuate nel territorio italiano finalizzate alla tutela e alla valorizzazione del paesaggio nel nostro Paese.

La rilevanza dell’iniziativa è stata riconosciuta anche con il DM 457/2016 il quale dispone, a partire dal 2016, che venga assegnato al Progetto selezionato il Premio Nazionale del Paesaggio. Con lo stesso Decreto è stata istituita la ‘Giornata nazionale del paesaggio” che si celebra il 14 marzo di ogni anno.

In questa edizione – la VII dall’istituzione del Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa – sarà dato particolare rilievo alla ricorrenza del Ventennale della Firma della Convenzione Europea del Paesaggio, avvenuta a Firenze il 20 ottobre 2000 in omaggio alla lunga tradizione del nostro Paese nella cura e nella gestione del paesaggio.

Possono presentare proposte di candidatura le amministrazioni pubbliche locali (Regioni, Comuni e altri soggetti pubblici, anche in forma di aggregata) e soggetti associativi privati senza fine di lucro, singolarmente o in partenariato tra loro. Le proposte possono essere inoltrate attraverso la compilazione on line del formulario pubblicato sul sito www.premiopaesaggio.beniculturali.it, che contiene tutte le informazioni per partecipare.

I progetti dovranno pervenire entro il 15 dicembre 2020.

Segreteria tecnica del Premio: premiopaesaggio@beniculturali.it, tel. 06 6785815.

    • Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa – VII Edizione (art. 11 della Convenzione Europea del Paesaggio) e Premio Nazionale del Paesaggio – III Edizione (istituito con Decreto del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo n. 457/2016)
      Circolare DG ABAP n. 39 del 2 ottobre 2020

 

MiBACT, pubblicato il bando per la candidatura italiana al Premio Paesaggio del Consiglio d’Europa

Contatti

Via di San Michele, 22 • 00153
Roma • Italia
C.F. 97888590581
Telefono:
+39 06 6723 4400
+39 06 6723 4423
+39 06 6723 4413


Comando carabinieri per la tutela del patrimonio culturale

Premio del Paesaggio del Consiglio d'Europa

Ultimi articoli

News 30 Dicembre 2020

Avviso di selezione per il conferimento di incarichi di collaborazione – ERRATA CORRIGE

Avviso di selezione per il conferimento di incarichi di collaborazione, ai sensi dell’art.

News 29 Dicembre 2020

Avviso di selezione per il conferimento di incarichi di collaborazione

Avviso di selezione per il conferimento di incarichi di collaborazione, ai sensi dell’art.

News 6 Ottobre 2020

MiBACT, pubblicato il bando per la candidatura italiana al Premio Paesaggio del Consiglio d’Europa

La Direzione generale Archeologia, belle arti e paesaggio – e segnatamente il Servizio V, “Tutela del Paesaggio” –, si occupa dell’attuazione della Convenzione Europea del Paesaggio in particolare per ciò che riguarda l’art.

torna all'inizio del contenuto